assemblea non elettivaL. B. - Alla presenza di un buon numero di soci, si è tenuta, nei giorni scorsi, l’annuale assemblea ordinaria, di carattere non elettivo, della sezione di Parma dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport: al circolo Aquila Longhi, in vicolo Santa Maria, è stato stilato un bilancio di quanto fatto nel 2015 e le previsioni per questo 2016, anno in cui la stessa sezione si sta preparando a festeggiare sia il cinquantesimo anniversario dalla fondazione che i quarant’anni del premio internazionale Sport Civiltà. Dopo la nomina a presidente dell’assemblea di Gianni Barbieri, già delegato provinciale del Coni, sono «saliti in cattedra» il numero uno Corrado Cavazzini, che ha letto la relazione morale (approvata all’unanimità), il consigliere Vittorio Madureri, per la relazione finanziaria (sempre approvata all’unanimità), e Gianni Micheli, che ha letto la relazione dei revisori dei conti in qualità di presidente degli stessi. Dopo la consegna del distintivo dei Veterani dello Sport ai nuovi soci (Rosinella Alfinito, Sandro Appetiti, Gianni Azzali, Luciano Azzali, Diego Baruffini, Federico Bassi, Massimo Bassi, Arnaldo Bicocchi, Pier Angelo Bocelli, Giovanni Borchini, Massimo Broglia, Pierluigi Camorali, Roberto Chiapponi, Matteo Crema, Mauro Croci, Corrado Dalla Chiesa, Giuliana Dovara Annoni, Claudio Estasi, Corrado Fantini, Romano Gelati, Marco Marvasi, Michele Mori, Stefano Pagliarini, Luciana Pini, Maurizio Rossi, Danilo Saccani, Ciro Sorrentino, Alessandro Squeri, Michele Vescovi e Maurizio Vianello), ecco l’ultimo appello di Corrado Cavazzini: «Il clima di grande amicizia che regna è il massimo traguardo che potevo raggiungere ma spero ancora, entro la fine del mandato, di arrivare a quota cinquecento soci: è un’impresa difficile ma non impossibile, dato che abbiamo superato i quattrocentoventi iscritti».