trofeo edilc sitoC'è un volto giovane sul primo gradino del podio del 23° Trofeo Edil C, gara internazionale per under 23 organizzata dalla Virtus. E' quello del diciannovenne modenese Giovanni Aleotti che con una poderosa volata finale a ranghi ristretti è riuscito a sbaragliare la concorrenza precedendo, nell'ordine, Simone Piccolo e Marco Murgano della Casillo-Maserati, e il francese Matteo Jorgenson della Chambery Cyclisme Formation.

Aleotti ha iniziato a farsi vedere alla fine del decimo giro, quando è andato all'attacco con altri 12 ciclisti. Durante la quarta ascesa a Segalara (dove era posto il GPM), nell'ultimo giro, ha lasciato i compagni di fuga per avvantaggiarsi con Piccolo e Murgano. A quel punto Piccolo ha tentato la fuga solitaria, ma alle spalle non si sono arresi e Aleotti, Murgano e Jorgenson sono rientrati. Lo sprint finale a quattro è stato uno stupendo testa a testa, con Aleotti alzare le braccia al cielo e cogliere il suo primo successo della stagione.

La corsa, che ha visto al via 170 corridori, si è animata fin da subito con diversi tentativi di fuga. L'attacco che ha caratterizzato quasi tutta la giornata è partito durante il secondo giro grazie all'iniziativa di Gregorio Ferri. A lui, nel corso dei giri successivi, si sono accodati Stefano Taglietti, Matteo Fantoni, Mattia Cristofaletti, Sebastiano Mantovani, Samuele Carpene e Ben Gerrits. Pedalando di comune accordo sono riusciti a guadagnare un vantaggio massimo di 3'03" sul gruppo (nell'ottavo giro). Dietro in molti hanno tentato di rientrare sui fuggitivi, ma hanno dovuto desistere.

Nel corso del nono giro la stanchezza ha cominciato a farsi sentire e pian piano i sette di testa si sono disuniti, con Ferri e Mantovani mollare per ultimi. Il gruppo non è però rimasto compatto per molto, giusto il tempo di respirare e vedere partire la fuga decisiva di 13 corridori, tra cui Aleotti. Quest'ultimo, resistendo alle iniziative solitarie dei suoi compagni di fuga, è riuscito a presentarsi sul vialone d'arrivo in centro a Collecchio con tutte le carte in regola per poter vincere. E così ha fatto. La speciale classifica per il Gran Premio della Montagna ha visto vincitore Sebastiano Mantovani della Viris Vigevano.

 

A Collecchio erano presenti anche molti ex ciclisti parmensi, il vice presidente vicario della FCI Daniela Isetti e il sottosegratario alla presidenza della Regione Emilia Romagna Gian Maria Manghi.


ORDINE D’ARRIVO
1) Giovanni Aleotti (CTF) che compie i 147,500 km in 3h46’15” alla media di 39,116 km/h
2) Simone Piccolo (Casillo-Maserati) s.t.
3) Marco Murgano (idem) s.t.

 

Foto e testo tratto dal sito della Virtus Collecchio: http://www.gsvirtuscollecchio.com/1/trofeo_edil_c_3978228.html